Login
Registrati

Chi siamo
关于 cinaoggi
Contattaci
Pubblicità su Cina Oggi
 
Web www.cinaoggi.it
 

Dizionario INGLESE - CINESE

 

Creative Commons License
CinaOggi è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

network

a

a

 

 

 

 
Home > Economia >
 

Il quinto aumento della velocita' del trasporto ferroviario ha ampliamente contribuito allo sviluppo dell'economia cinese

21 aprile 2006 - Il quinto aumento della velocita' del trasporto ferroviario ha rilanciato l'economia cinese, dopo il 18 aprile 2004, data della sua messa in atto. Il suo successo riflette lo sviluppo rapido della rete ferroviaria cinese nel corso dell'ultimo biennio.
Questo quinto aumento ha contribuito molto allo sviluppo delle economie regionali. Partecipando al risanamento della vecchia base industriale del nord-est, all'emergere della regione centrale, alla valorizzazione dell'ovest e delle zone economiche di Pan-Bohai, del delta del Changjiang e del delta del Pan-Zhujiang, la rete ferroviaria e' servita da solida base per la crescita dell'economia nazionale.
Nel  2005 il numero di passeggeri che prendono il treno e' salito a 1,154 miliardi di persone nel paese, vale a dire un aumento del 18,7% rispetto alle precedenti statistiche, mentre il tonnellaggio lungo strada ferrata e' cresciuto a 2,686 miliardi di tonnellate, ossia un aumento annuale di piu' di 200 milioni di tonnellate nel corso degli ultimi due anni.
I principali indici della rete ferroviaria cinese, come il numero di passeggeri, il tonnellaggio consegnato, la frequenza del carico e il trasporto convertibile settimanalmente, sono i piu' elevati al mondo.
Questo quinto aumento della velocita' permette ormai ai treni di viaggiare a 160 km all'ora su una lunghezza di 7 700 km estesa a 14 025 km e a 200 km all'ora su una lunghezza di 1 960 km estesa a 5 371 km. Tuttavia la velocita' di 120 km all'ora e' possibile su una lunghezza di 22 090 km. Cio' lascia presagire a un nuovo aumento. Del resto sono attualmente in corso i preparativi per un sesto aumento della velocita' prima del prossimo 1 ottobre.