Login
Registrati

Chi siamo
关于 cinaoggi
Contattaci
Pubblicità su Cina Oggi
Google
 
Web www.cinaoggi.it
 

Dizionario INGLESE - CINESE

 

Creative Commons License
CinaOggi è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

network

a

a

 

 

 

 
VIAGGI > Pechino
cartina in formato Flash, clicca col pulsante destro del mouse per ingrandire

Maps

Video

Pechino (Beijing)

La città è abitata prevalentemente da cinesi di stirpe Han, anche se alcuni quartieri come Wei Gongcun o quello che si sviluppa lungo Via dei Buoi (Niu Jie) sono popolati da minoranze musulmane (rispettivamente provenienti dallo Xing Jiang e dagli Hui). Pechino, col suo antico nome Ji, è sempre stata uno dei centri politici ed economici più importanti del paese, anche se conobbe lunghi periodi di decadenza. Solo con l'avvento dell'imperatore Ming Chengzu, torna ad essere capitale dell'impero ricevendo il nome attuale.

Il centro storico della città tuttora ricalca la struttura Ming, formatasi tra il XIV e il XVII secolo e divisa in due parti, quella interna di origine mongola, e quella esterna, edificata a sud di quella interna. La prima era più importante ospitando i palazzi imperiali. La Città Proibita si affaccia sulla famosa Piazza Tian An Men, celebre per gli scontri che coinvolsero gli studenti di numerose università di Pechino contro il governo centrale. Su di essa si affacciano anche l'enorme edificio dell'Assemblea Nazionale del Popolo, il Mausoleo della Rivoluzione Cinese, il museo di Storia Cinese, il Monumento degli Eroi del Popolo e il Mausoleo del Presidente Mao. A Sud la piazza sfocia nella Porta Qian Men, in direzione del famoso Tempio del Cielo (Tian Tan), centro dei riti dell'imperatore. Si tratta di un gruppo architettonico risalente al 1420 ed in seguito completamente restaurato nel 1751 e nuovamente nel 1890.

 

 

Poco distante sorge la Moschea dei Buoi (Niujie Qingzhen Si), architettonicamente cinese ma arredata in stile arabo. Edificata per la prima volta nel 995, sotto i Mongoli, i Ming e i Mancesi subì numerose variazioni e fu più volte restaurata. Oramai però di Via dei Buoi è rimasto ben poco, e tutta l'area è in balia di bulldozer e di squadre di demolizione.

All'estrema periferia Nord di Pechino sorge il Palazzo d'Estate (Yihe Yuan), in origine residenza privata e poi promossa a residenza provvisoria dell'Imperatore nel 1135. Nel 1860 il Palazzo viene invaso ed incendiato dalle truppe anglo-francesi. Nel 1888 venne ricostruito per volere dell'Imperatrice CiXi. Le strutture del Parco anche piuttosto recentemente sono state deturpate durante la Rivoluzione Culturale. Poco più a Nord si ergono le Colline Profumate (Xiang Shan), un Parco particolarmente bello disseminato di templi, pagode e conventi.

Previuos Next

 


Ultimi articoli
Attualità
 
Cinema
 
China Trends
 
Economia
 
News
 
Lavoro