news cina

China Trends
China Tunz
China X-Files
Google
 
Web www.cinaoggi.it

Home > tutte le news

 
a visita di Koizumi al santuario Yasukuni mina alle basi delle relazioni sino-giapponesi
 
21 agosto 2006 - L'ultima visita del Primo Ministro giapponese Junichiro Koizumi al santuario di Yasukuni mina al miglioramento delle relazioni sino-giapponesi e rovina l'immagine internazionale e gli interessi nazionali del Giappone, ha riferito il consigliere di Stato cinese Tang Jiaxuan durante un incontro avvenuto domenica 20 agosto con Doi Takako, presidentessa onoraria del Partito democratico del Giappone, in visita in Cina. Koizumi si era recato in visita al santuario shintoista di Yasukuni il 15 agosto, anniversario della resa senza condizioni del Giappone avvenuta nel 1945. Tang Jiaxuan ha detto che l'impasse in cui si trovano le relazioni sino-giapponesi e' dovuta anche alla visita di dirigenti giapponesi al santuario di Yasukuni, dove sono onorati i morti in battaglia tra i quali si contano 14 criminali di guerra condannati dalle forze alleate dopo la disfatta del Giappone alla fine della Seconda Guerra mondiale. Tang ha sottolineato che la parte cinese continuera' a lavorare per uscire dall'impasse. La visita di Koizumi al santuario ferisce i sentimenti di un popolo devastato dall'aggressione militare giapponese e mina le basi politiche delle relazioni sino-giapponesi, ha aggiunto Tang. Spera inoltre che la parte giapponese possa seguire l'odierno corso della storia e la volonta' dei popoli dei due paesi, eliminare le barriere politiche e rimettere insieme alla Cina le relazioni sino-giapponesi su una via di sviluppo normale. Tang Jiaxuan ha inoltre elogiato il lavoro a lungo termine di Doi Takako per il miglioramento delle relazioni bilaterali e si augura che essa possa fare ancora di piu' a questo proposito. La signora Doi aveva gia' visitato la Cina a piu' riprese e intrattenuto dialoghi sia con Jiang Zemin sia con Hu Jintao. Il 15 agosto piu' di 30 persone avevano protestato davanti all'ambasciata giapponese in Cina contro  la visita di Koizumi al santuario di Yasukuni. Lo stesso giorno a Tokyo, un migliaio di manifestanti provenienti dal Giappone, dalla Repubblica di Corea e dalla Cina sono scesi in strada per protestare allo stesso modo contro questa ennesima visita di Koizumi. Il ministro cinese degli Affari Esteri Li Zhaoxing ha convocato l'ambasciatore del Giappone Miyamoto Yuji per renderlo partecipe della posizione cinese in maniera seria e solenne e protestare vigorosamente contro la sesta visita del primo ministro giapponese al santuario Yasukuni. Li Zhaoxing ha espresso la sua forte "forte indignazione" e la sua "vigorosa condanna".

Fonte: xinhuanet     2006/08/21

CinaOggi

Creative Commons License
CinaOggi è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons