news cina

China Trends
China Tunz
China X-Files
Google
 
Web www.cinaoggi.it

Home > tutte le news

 
Lu Xun in una Cina virtuale: 70esimo anniversario dalla sua morte

24 ottobre 2006 - Lu Xun è ricordato in Cina come il padre della letteratura cinese moderna - una sorta di Mark Twain - per la sua capacità innata di trasferire nei suoi libri la morale e la politica della sua epoca (in questo caso la Cina del 20esimo secolo) attraverso la concretezza dei suoi personaggi, una satira pungente e una lingua brillante. Solo pochi dei suoi personaggi (AQ per esempio) sono sopravvissuti in questi 70 anni di cambiamenti, restando però sempre dei saldi punti di riferimento per il popolo cinese.

Il 19 ottobre è stato il 70esimo Anniversario dalla sua morte, avvenuta nel 1936.

Qui a seguire troverete dei siti davvero interessanti da poter visitare nella ‘Cina virtuale’.

Il sito per la commemorazione di Lu Xun di Sina.com, che ripercorre la sua storia e fornisce link ad alcune delle sue storie e dei suoi saggi più belli in cinese, o ancora estratti di cui la versione completa si può trovare direttamente sul sito di Sina.com dedicato alla letteratura. Ecco qui sotto altri siti per chi volesse approfondire o saperne di più su Lu Xun:

"Quanto è lontana la Cina di oggi da Lu Xun?” (), un sito web/blog di Sina.com dedicato al 70esimo Anniversario dalla morte di Lu Xun che cerca di avviare delle discussioni sul valore delle opere dell’autore nella Cina contemporanea. In particolare, il sito dedica delle sezioni al “valore di Lu Xun nella Cina di oggi” o “all’immagine che ne conserva il popolo”, ognuno con un suo blog. Tra i commenti citabili, che vanno da espressioni di orgoglio per Lu Xun fino a considerazioni ironiche su quello che sarebbe il suo destino se scrivesse ancora oggi, questo che segue è sicuramente uno spunto per delle riflessioni attuali:

L’epoca in cui viveva Lu Xun dava spazio alla libera espressione, diversamente da quanto accade oggi.

Nel frastuono delle metropoli odierne la gente ha perso troppo, per troppo tempo è stata anestetizzata.…” Una chiamata alle armi”(ci si riferisce alla sua antologia pubblicata nel 1923) è quello che manca alla nostra epoca, quando le città si fanno sempre più sofisticate, le nostre vite sempre più impegnate...e lo sguardo nei nostri occhi sempre più confuso, tronfio e triste. Dopo 70 anni, “Una chiamata alle armi” è ciò che mi riporta alla realtà...

Se non avete mai letto nulla di Lu Xun, ecco dei link in inglese da non perdere, quali L’archivio su Lu Xun. Il sito offre a sua volta link agli estratti del volume Storie a scelta di Lu Xun, (pubblicato dalla Foreign Languages Press, Pechino 1960-1972), grazie a cui potrete comprendere il perché i suoi personaggi siano ancora oggi così attuali, come nel caso di La vera storia di Ah Q, Medicina o ancora Diario di un Pazzo, il suo primo racconto in assoluto, famoso soprattutto per la metafora del cannibalismo usata per descrivere le relazioni sociali in Cina.

YR

Fonti articolo:

www.virtual-china.org
http://blog.sina.com.cn/lm/luxun/index.html

Fonte foto:

www.mrzine.monthlyreview.org

CinaOggi

Creative Commons License
CinaOggi è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons