news cina

China Trends
China Tunz
China X-Files
Google
 
Web www.cinaoggi.it

Home > tutte le news

 

La piu' grande organizzazione umanitaria del mondo vuole stringere una collaborazione piu' solida con la Cina.

19 gennaio 2007 - Beijing - L'organizzazione umanitaria piu' grande del mondo vuole che la Cina sia uno dei suoi partner piu' importanti dopo un anno che la Cina ha smesso di ricevere aiuti alimentari. James Morris, direttore esecutivo del United National World Food Program (WFP), ha detto martedi' :"abbiamo bisogno dell'aiuto di quelle nazioni che hanno la volonta', la possibilita', l'esperienza e le risorse, e la Cina ormai fa parte di tale categoria."

La Cina ha cessato di ricevere aiuti da parte della WFP alla fine del 2005, dopo un periodo di 26 anni. Lo stesso anno e' divenuta il terzo piu' grande donatore dell'organizzazione, dopo Stati Uniti ed Unione Europea, con una donazione di 577,000 tonnellate di derrate alimentari. Morris, durante un'intervista con la Xinhua, tenutasi in occasione della visita di tre giorni a Pechino, ha detto che :"La WFP intende estendere la collaborazione con la Cina ai settori privati, logistici ed approvvigionamenti.

Morris ha dichiarato che la WFP ha ricevuto lo scorso anno dalla Cina derrate e servizi per un valore di circa 30 milioni di dollari americani e prevede di riceverne ancora di piu' nei prossimi anni. Nei 7 anni passati il governo cinese ha realizzato autostrade nella regione autonoma del Tibet, a disposizione della WFP per la consegna di derrate alimentari al Nepal e permettendo cosi' a tale organizzazione di risparmiare piu' di 800,000 di dollari.

"Ci aspettiamo che le donazioni dalle compagnie e dai privati cinesi continuino ad aumentare in futuro."

Ha poi aggiunto che le comunita' private contribuiscono per il 2-3 % di tutti gli aiuti che la WFO ha ricevuto l'anno scorso.

"Cio' che e' stato realizzato dalla Cina, aiutando cosi' tante persone bisognose in tutta la nazione e' uno dei traguardi piu' alti dell'umanita', tuttavia la Cina deve ora condividere tale sperienza con il resto del mondo."

La Cina ha aiutato 195 milioni di persone che vivevano sotto la soglia di poverta' tra il 1999 ed il 2002.

Morris ha detto che il passaggio della Cina da beneficiaria a donatrice e' un grande risultato ed ha chiesto che il paese dia lo stesso tipo di aiuto ricevuto ad altre nazioni in difficolta'.

La WFP, alla fine del 2005, ha offerto in totale alla Cina aiuti per il valore di quasi un miliardo di dollari americani, e nutrito piu' di 30 milioni di persone bisognose.

"Altre nazioni hanno ora bisogno dell'aiuto della Cina. Essa potrebbe lavorare bilateralmente o, nel migliore dei casi, con collaborazioni multilaterali."

Morris ha quindi sottolineato che il coinvolgimento della WFP in tali rapporti multilaterali assicurerebbe una distribuzione piu' efficace degli aiuti alle nazioni beneficiarie. La distribuzione razionalizzata operata dalla WFP nei rapporti multilaterali, rispetto ai rapporti bilaterali, incrementa la percentuale degli aiuti realmente destinati a bisognosi, come donne e bambini, dal 50% al 90%. L'organizzazione ha riportato sul proprio sito internet che la Cina ha donato alla WFP circa 11 milioni di dollari americani in questi 7 anni, per la maggior parte destinati all'Africa.

Morris ha portato all'attenzione anche l'importanza di condividere l'esperienza cinese nel costruire sistemi d'emergenza e nel combattere disastri naturali.

Fonte originale: Luan Shanglin
Xinhua

 

CinaOggi

Creative Commons License
CinaOggi è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons