chi siamo
pubblicità
servizi cina
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Torture Cinesi: le punizioni inflitte agli adulteri nella Cina antica

torture-cinesi-titleNella Cina antica, la castità era considerata una virtù molto importante.

La società antica cinese era basata su un modello patriarcale e gli uomini potevano avere anche tre, quattro mogli concubine, ma queste dovevano rimanere fedeli all’unico marito anche in caso di lutto. Le donne adultere, in alcuni casi anche l’uomo “che le aveva indotte in tentazione”, venivano perseguitate socialmente e torturate anche pubblicamente. Persino le donne oggetto di stupro erano considerate colpevoli e quindi venivano condannate ad una serie di punizioni infernali.

In base ai periodi storici, ovvero alle dinastie regnanti e alle regioni, varia la tipologia di torture imposte. Durante la Dinastia Ming le “colpevoli” di reato di stupro erano considerate un male sociale, meritevoli di dolore fisico e colpevoli di essersi macchiate lo spirito di un’infamia imbarazzante. Da quello che riportano gli storici, sono pochi i casi noti di donne morte rifiutandosi di perdere la propria verginità o per proteggere la propria castità. Gli uomini colpevoli di stupro potevano anche essere condannati alla pena capitale. Nel periodo della Dinastia Qing rischiavano le torture anche le donne civettuole e frivole o che parlavano di scandali sessuali.

Le tecniche utilizzate erano numerose: ad alcune donne venivano rimossi gli occhi dalle orbite oculari e successivamente veniva raccolta ogni goccia di sangue che colava dalla cavità; altre malcapitate venivano svestite, legate a dei pali e dopo essere state sculacciate, venivano portate in giro in mostra per le strade per subire l'umiliazione pubblica; alcune venivano contemporaneamente impiccate, decapitate, mutilate e sviscerate; alle donne che erano detenute in cella, veniva negato il cibo e impedito di dormire la notte; altre erano flagellate o decapitate con l'amante; certe coppie venivano bruciate, seppellite o date in pasto alle tigri; quelle che erano rimaste incinte dell’amante venivano legate e successivamente venivano private del figlio attraverso il taglio della pancia. Certi uomini venivano tagliati in due, altri diventavano il bersaglio di innumerevoli freccie, alcuni venivano legati e gettati da una rupe, oppure trascinati dai carri nella polvere.

Ecco le immagini delle torture inflitte agli adulteri nella Cina imperiale

 

 

Fonte: Discovery.tom.com

SERVIZI in CINA
by D&M SRL formerly Upward Tech SRL

Produzione documentari in Cina e Estremo Oriente

Per preventivi e informazioni relative ai servizi scrivere a:

For more informations:

info at cinaoggi.it